Archivio 2005-2016

Giornata Mondiale del Rifugiato 2016

L’UNHRC informa con il Rapporto Global Trends che attualmente 1 persona su 113 è un richiedente asilo, sfollato interno o rifugiato. Il livello di rischio constatato è “senza precedenti” e per la prima volta si è arrivati a un numero di ben 65 milioni di persone in fuga dai loro paesi. Circa la metà dei rifugiati sono bambini: in Italia Redattore Sociale informa che solo in Italia sono raddoppiati a 7.000 i ragazzi minorenni che migrano.

E’ un mondo che si muove, che cambia, che si rivuoluziona sotto i nostri occhi e che ci riguarda tutti quanti. A Roma è stato da poco inaugurato un tour virtuale di Medici Senza Frontiere che fa vivere la realtà delle persone in fuga. L’obiettivo è quello di far capire cosa significa e cosa comporta una realtà del genere.

Con il patrocinio dell’UNHCR e del Comune di Bolzano, ieri Volontarius ha svolto diverse attività al parco Premstaller a partire dalle 15.30. Tantissima gente era presente, oltre agli operatori e volontari di Volontarius e gli animatori della Uisp.

Sono stati organizzati nel parco dei tornei di calcetto, pallavolo e cricket. Per i bambini invece il team di Street Lab ha costruito uno splendido aereo di cartone munito di passaporto per volare in diversi stati posizionati nelle zone del parco: così abbiamo imparato e ricordato insieme le monete, le lingue, le religioni di diversi paesi tra i quali il Senegal e la Nigeria.

Nel locale interno del Premstaller abbiamo allestito la mostra di quadri dipinti da ragazzi ospiti di Casa Gorio durante l’emergenza Nordafrica del 2011, affiancata da una mostra fotografica di Africa Mission sulle loro attività in Uganda. Quadri che ci ricordano il valore del vissuto delle persone che li hanno disegnati.

La sera ad animare il parco è stata una cena etnica afgana.

Nel frattempo, a Casa Gorio si sono svolte delle attività di pittura insieme ai ragazzi ospiti del centro, attività che saranno proseguite nei prossimi giorni.

Momenti importanti di una giornata di riflessione che è stato bello trascorrere insieme. Grazie!

FONTI

Redattore Sociale