In evidenza

L’inclusione passa anche attraverso lo sport

Il Centro di accoglienza di Ora è una delle strutture più recenti create per ospitare le persone richiedenti asilo presenti nella nostra provincia. È un centro nel quale trovano accoglienza complessivamente 40 persone, per lo più provenienti da Paesi sub-sahariani ed alcuni di etnia kurda.

20 sono giovani singoli ed i restanti sono composti da nuclei famigliari, 5 madri con bambini, una coppia senza figli, una famiglia di tre persone, una famiglia kurda con tre figli.

Già dalla sua apertura nel maggio scorso il Centro di accoglienza Casa ex Pernter, coordinato da Sarah Somaini, si è contraddistinto per il suo inserimento nel tessuto sociale del paese della Bassa Atesina e per la proficua collaborazione instaurata con numerosi volontari del luogo. L’integrazione degli ospiti passa anche attraverso la partecipazione e il coinvolgimento a eventi sportivi come ad esempio la recente partita tra amatori e juniores organizzata ad Ora alla quale i giovani del Centro di accoglienza hanno partecipato giocando in entrambe le squadre. Nel corso del girone di ritorno del campionato i giovani verranno regolarmente tesserati e potranno quindi partecipare a pieno titolo a questa coinvolgente attività sportiva. Al termine della partita la consueta cena nel corso della quale è stata approfondita la reciproca conoscenza tra i giocatori locali ed i ragazzi del Centro.