Dimora della salute

Dove: Comune di Bolzano
Quando: tutti i giorni
Per chi: persone in situazioni di grave emarginazione
Mail: farmacia@volontarius.it

Fin dai primi anni dalla sua fondazione l’Associazione si è avvicinata a coloro che vivono situazioni di grave emarginazione favorendo, tra gli altri aspetti, anche la cura della propria salute. Ciò ha permesso alle persone che solitamente sottovalutano, per motivi personali o economici, l’importanza delle cure mediche, di attivarsi per prevenire le malattie; anche in un’ottica di tutela della nostra comunità e del nostro territorio.

L’obiettivo del progetto è quello di avvicinare al sentimento di cura della propria persona ed è stato portato avanti in un ambiente informale con possibilità di consulti specialistici gratuiti e in forma anonima. Nei casi in cui sono risultate necessarie specifiche cure mediche, l’equipe di medici volontari ha poi accompagnato i nostri utenti nella presa di consapevolezza dell’importanza della cura.

Facendo riferimento al nostro principio di accoglienza, all’ambulatorio si è affiancata la distribuzione dei farmaci. Per questo è attiva la cosiddetta Farmacia dei poveri, un “deposito” di farmaci donati dai cittadini attraverso:

  • la “Giornata Raccolta Farmaco” organizzata dal Banco Farmaceutico Nazionale Onlus;
  • le farmacie interessate ad aiutarci in questa importante iniziativa;
  • il progetto del Banco Farmaceutico “Recupero farmaci validi non scaduti”: all’interno delle farmacie aderenti vengono posizionati dei contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui ogni cittadino, assistito dal farmacista, può donare medicinali di cui non ha più bisogno.

Possono essere recuperati farmaci con almeno 8 mesi di validità, correttamente conservati nella loro confezione integra e originale, con l’esclusione dei farmaci che richiedono conservazione a temperatura controllata, quelli ospedalieri (fascia H) e appartenenti alla categoria delle sostanze psicotrope e stupefacenti.

Per la consegna dei farmaci si è infine studiato un servizio a domicilio grazie alla disponibilità di una bicicletta elettrica: il “Pony Express”; come “domicilio” si intendono al momento gli enti caritatevoli e i servizi sociali.

Con la collaborazione di medici ed esperti del settore, stiamo inoltre allestendo, all’interno delle Case accoglienza per le persone richiedenti protezione internazionale, degli uffici sanitari di riferimento per gli ospiti.