La nostra storia

2016
L’8 gennaio 2016 viene attivata la struttura di accoglienza per profughi denominata “Casa Sole” ad Ortisei;

Nel mese di aprile 2016 viene attivato in collaborazione con l’associazione La Strada – Der Weg e Consis un progetto sperimentale Alba – richiedenti protezione internazionale sul fenomeno prostituzione;

Il 23 maggio 2016 viene attivata la struttura di accoglienza per profughi denominata “Ex Caserma Mercanti” ad Appiano;

Nel mese di gennaio viene attivata dapprima quale struttura di accoglienza di emergenza notturna per richiedenti protezione internazionale e nel mese di novembre 2016 quale struttura residenziale l’immobile denominato “Ex Lemayr”;

Il 19 ottobre 2016 viene attivata la struttura di accoglienza per profughi denominata Maso Zeiler a Bolzano;

Nel mese di dicembre viene attivata la struttura di accoglienza per profughi denominata “Ex Weissen Roessl” a Funes;

Nel mese di dicembre 2016 viene attivato il servizio di distribuzione pasti serali presso la struttura “Ex Agip”.

2015
Dopo una brevissima sperimentazione svolta nel mese di dicembre 2014 viene attivato con la Comunità Comprensoriale Wipptal Il progetto di assistenza umanitaria per profughi in transito al Brennero;

Nel corso dei primi mesi dell’anno viene attivato analogamente al Brennero un servizio di assistenza umanitaria per profughi in transito presso la stazione ferroviaria di Bolzano;

Nel mese di settembre viene attivato il progetto di sviluppo di comunità denominato “Streetlab” presso il parco Premstaller (Bolzano)

Nel mese di dicembre viene attivata in emergenza per alcune settimane un centro di accoglienza emergenza freddo notturna presso i locali della palestra “Cadorna”;

Il 22.12.2015 viene attivata la struttura di accoglienza notturna per richiedenti protezione internazionale presso l’areale “Salewa”;

Nel mese di dicembre 2015 si procede con l’attivazione di una struttura residenziale ad accompagnamento diurno presso la struttura Hotel Krone di Chiusa.

2014
Il progetto di sostegno alimentare alle famiglie bisognose diviene in data 01.10.2014 progetto effettivo denominato “Aiuti senza spreco” con il contributo della provincia autonoma di Bolzano;

Il 01.03.2014 viene attivato un progetto di farmacia dei poveri denominato “Dimora della Salute”;

Nel mese di giugno viene attivato il progetto di cooperazione allo sviluppo denominato “Ala Bianca” destinato alla sensibilizzazione sul tema sfruttamento sessuale di minori;

2013
Attivazione del percorso di formazione denominato “Addette/i alle vendite negli esercizi commerciali” con finanziamento del Fondo Sociale Europeo;

Attivazione del percorso di formazione denominato “Lavorare in Alto Adige” con finanziamento del Fondo Sociale Europeo

Viene realizzata una ricerca sociologica sul fenomeno “Accattonaggio”;

Viene realizzato in collaborazione con la Libera Università di Bolzano – Facoltà di Design il progetto “Esponiamoci”;

L’8 e 9 giugno 2013 viene realizzata la Festa dei Popoli;

Si organizza l’evento di inaugurazione dello SkatePark presso i giardini del Talvera;

Si attiva su finanziamento europeo il progetto “Stop 4 Bag” in ambito traffico di esseri umani a scopo di accattonaggio;

Viene replicata la rappresentazione teatrale “Alto Fragile” rivolto al target dei senza fissa dimora;

Viene realizzato il progetto “Memoria del Muro” in collaborazione con il Comune di Bolzano e ANPI attraverso la realizzazione di un murales;

Viene attivato il progetto “L’essenziale è invisibile agli occhi” rivolto al target scuole con attività di sensibilizzazione.

2012
Viene rinnovato il parco ostacoli per il nostro progetto di pet-terapy.

Parte l’evento “39C Bolzano Graffiti Jam”, meeting di graffiti dove gli appassionati iscritti al progetto MurArte hanno potuto dipingere fianco a fianco con alcuni dei maggiori esponenti a livello nazionale ed europeo di questo genere artistico.

Il 2 luglio presso la Libera Università di Bolzano, un gruppo di ospiti del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo “ex-Gorio” e alcuni ragazzi del Centro MiSNA di via Roma hanno collaborato, con i ragazzi dei Centri giovanili della città, alla realizzazione di un Murales progettato dal noto muralista Carrasco. L’opera è stata consegnata al premio Nobel per la Pace 1980 Adolfo Pérez Esquivel che la lascerà per l’esposizione permanente presso i locali della LUB.

Volontarius apre la mostra “100 Quadri” un progetto nato dall’Associazione per portare all’attenzione della cittadinanza le opere realizzate dagli ospiti del centro di accoglienza per richiedenti asilo “Ex-Gorio”.

Ospiti del Centro Profughi “Ex Gorio” e persone Senza Fissa Dimora hanno prestato la loro opera, a titolo di volontariato, per i lavori di riordino e pulizia nella struttura di via Macello che riaprirà il prossimo inverno.

Dal 01 gennaio 2012 l’Associazione in ATI con la River Equipe Soc.Coop. gestisce la struttura Casa Conte Forni che comprende quattro servizi: Alloggi di II Livello, Centro Profughi “Forni”, Centro di Accoglienza Notturna e Centro Diurno e di Consulenza “La Sosta-Der Halt”.

In occasione dell’avvicinarsi delle feste natalizie, Volontarius ha replicato lo spettacolo teatrale Alto, Fragile nelle vicinanze di Piazza Walter.

2011
Il 16 Aprile viene ampliata la struttura ex-Gorio nell’ambito dell’assistenza a cittadini stranieri nel quadro dell’emergenza per l’immigrazione dal Nord Africa.

Il 19 Giugno nell’ambito della giornata mondiale del Rifugiato 2011, indetta dall’ Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Volontarius, in collaborazione con la River Equipe Soc.Coop.Sociale, ha organizzato un evento di sensibilizzazione e condivisione aperto a tutti i cittadini.

Attivata a Vandoies in Agosto la nuova struttura di accoglienza “Fischerhaus” nell’ambito dell’assistenza a cittadini stranieri nel quadro dell’emergenza Nord Africa.

Volontarius vince il premio “Anno Europeo del Volontariato” nell’ambito delle proposte di progetti nel settore giovani per lo sviluppo e la realizzazione di “Open Mind”, laboratori artistici di sensibilizzazione al volontariato con il coinvolgimento delle scuole e di alcuni servizi sociali del territorio.

Volontarius indice la giornata “Un coperto, una coperta” per raccogliere coperte a favore dei senza dimora.

Volontarius nell’ambito dei bandi del Fondo Sociale Europeo vince e attua il corso “Addette alle vendite negli esercizi commerciali” rivolto a 15 donne disoccupate.

2010
Accordo di collaborazione con la Regione Campania – avviso n. 11 – Progetti di assistenza e di integrazione sociale art. 18 D.Lgs. 286/1998” – con particolare riferimento al Progetto “FUORI TRATTA – interventi mirati a contrastare il fenomeno della tratta di esseri umani ai fini di sfruttamento sessuale, accattonaggio, asttività illegali e lavoro forzato.

Nasce il “Gruppo ALTO FRAGILE TEATRO” di Volontarius, da un desiderio di conoscenza e di relazione, dal bisogno di guardare oltre lo stereotipo sociale e scoprire, con l’arte del teatro, i volti, i corpi, le storie di chi sta in ombra. Come artigiani del teatro ci muoviamo in un costante percorso di ricerca che dia luce a nuove forme capaci di raccontare le storie di chi sta ai margini, per creare un dialogo tra il dentro e il fuori, tra l’alto e il basso

Nell’ambito del progetto della città di Bolzano “Girls’ Power 2010” ha collaborato al progetto “IO.SONO.IO” del Centro giovanile “Bluspace” di Bolzano

Partner del progetto “Graffiti Contest” con Comune di Bolzano, MGB (mercato generale Bolzano), centro giovanile “Bunker”

Dal 15 giugno 2010 in accordo con il Comune di Bolzano l’associazione ha iniziato a gestire ufficialmente il progetto “MurArte” offrendo ai giovani graffitari la possibilità di intervenire nella legalità con degli interventi artistici su alcune superfici murarie urbane.

2009                        
Collabora nell’ambito della ricerca “Conoscere per partecipare – l’inclusione delle persone in stato di grave emarginazione attraverso una governance territoriale efficace” promosso dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

In partenariato con la “Fondazione Alexander Langer”, “l’associazione Porte Aperte” e “l’associazione Human Rights International”, ha attivato il progetto “Azioni di tutela contro le discriminazioni” finanziato dal Fondo Sociale Europeo. In attuazione della normativa internazionale, comunitaria e nazionale, s’intende sperimentare azioni d’osservazione, informazione, mediazione e assistenza extragiudiziale e/o legale, per tutte le vittime delle discriminazioni per motivi razziali, etnici, nazionali, religiosi, per la disabilità, età, convinzioni personali e orientamento sessuale

il progetto “Final Summer Don Bosco”, da quest’anno, oltre al “Torneo Multietnico di Calcio” rivolto a giovani ed al “Concorso Musicale per giovani Band”, ha dato vita al “1° Concorso per giovani graffitari”

Il 1° dicembre è partito il progetto “In strada a Merano” finanziato dal “Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali”. É rivolto alle persone che vivono la strada al fine di dare una risposta ai bisogni di sostegno, costituendo un’aggancio con le struttire di accoglienza ed i servizi esistenti, nel rispetto di tutto il territorio

Il 14 dicembre ha partecipato alla rappresentazione teatrale “Alto Fragile”

2008
Dopo oltre 9 anni di servizio di Reperibilità 24 h rivolto alla cittadinanza, ai servizi territoriali ed alle persone in stato di bisogno per tutto il territorio provinciale e svolto a titolo gratuito, Volontarius amplia e riprogetta un nuovo servizio volto a rispondere ai bisogni crescenti del territorio: nasce il progetto Reperibilità Provinciale 24 H.

Dopo due anni di attività del progetto “Diversamente Insieme” nasce il progetto Comunica Strada.

Dal 22 luglio partecipa come soggetto attuatore per la realizzazione del Progetto “Alba” fase programma di assistenza ed integrazione sociale ex art. 18 del D.Lgs.286/98 – Avviso 9.

Il 4 settembre Volontarius ottiene la Certificazione EN ISO 9001:2000 per il seguente campo applicativo: “Progettazione ed erogazione di servizi socio-assistenziali”.

Dopo il successo ottenuto nell’anno 2007 l’associazione prosegue con la realizzazione del Progetto Torneo Multietnico di Calcio rivolto a giovani con il progetto Final Summer Don Bosco, unendo all’iniziativa del torneo la fiera delle associazioni e un concorso musicale per giovani Band. Partecipa quale mediatore sul territorio alla Manifestazione MANIFESTA 07 – Summer Drafts – (una serie di laboratori ed eventi interculturali guidati da artisti internazionali).

Dal 9 dicembre Volontarius rinnova l’adesione come partner al progetto “Comunità locali contro la Tratta: una Rete per il Territorio del Veneto 2” promosso dal Comune di Venezia.

2007
Con il progetto Il seme per il futuro Volontarius ottiene uno dei sei riconoscimenti del Premio Arge Alp 2007, dedicato alle proposte di sensibilizzazione dei giovani verso l’attività di volontariato e di solidarietà. La consegna del premio è avvenuto a Bregenz al termine della Conferenza dei Capi di governo delle Regioni aderenti.

Dal 1 gennaio Volontarius, nell’ambito del progetto Centro di pronta accoglienza per minori stranieri non accompagnati, gestisce tutta l’attività formativa e propedeutica all’inserimento lavorativo dei minori (ex Istituto Kaos) fino alla fase di inserimento in Stage Aziendale dei ragazzi.

Dopo il successo ottenuto nell’anno 2006 l’associazione prosegue con la realizzazione del Progetto Torneo Multietnico di Calcio rivolto a giovani della città di Bolzano.

Volontarius con il progetto Diversamente Insieme decide di portare avanti l’iniziativa “Soggiorno estivo creativo per un sostegno alla genitorialità”; promuove e collabora attivamente nel progetto “VIVIcini – Campo Giovani Interculturale” in stretta collaborazione con OEW e Young Caritas.

Dal 1 luglio l’associazione ottiene incarico da parte della Provincia Automa di Bolzano per la realizzazione del Progetto “Alba” fase programma di assistenza e integrazione sociale ex art. 18 del D.lgs.286/98 – Avviso 8.

Volontarius inoltra la richiesta per il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato e l’iscrizione al registro delle persone giuridiche. Dal 13 settembre formalizza un Accordo di collaborazione “avviso n. 2 – Programmi di assistenza art. 13 – L. 228/2003” con particolare riferimento al Progetto Caracol Accoglienza di Minori e giovani adulti vittime di tratta e riduzione di schiavitù o servitù II^ annualità – con la Cooperativa Sociale Dedalus di Napoli;

Dal 14 settembre Volontarius aderisce come partner al progetto Comunità locali contro la Tratta: una Rete per il Territorio del Veneto 2 promosso dal Comune di Venezia.

2006
Le strutture Casa d’Ospitalità e Centro Crisi dal 1 gennaio cambiano gestione.

Dal 1 gennaio Volontarius in stretta sinergia con River Equipe gestisce il progetto Educativa di Strada, intervento finalizzato alla promozione della condizione giovanile, a favorire le opportunità di integrazione e aggregazione positiva tra ragazze e ragazzi, alla prevenzione del disagio andando incontro ai ragazze/i di Bolzano nei luoghi da essi stessi vissuti e ponendosi in un atteggiamento di ascolto.

Grazie al contributo e sostegno della Provincia Autonoma di Bolzano Volontarius attiva il progetto Osserva Strada – Osservatorio di Strada Provinciale, con l’obiettivo di rappresentare: un sensore sociale (come strumento conoscitivo e valutativo di particolari aree tematiche nel contesto territoriale della nostra provincia); un laboratorio interpretazione e proposta di modelli di analisi interpretativi di fenomeni sociali, per elaborare e proporre elementi di conoscenza utili alla programmazione sociale; un punto di riferimento con la cittadinanza, ponendosi in un ruolo di promozione culturale e punto di riferimento.

Volontarius aderisce come socio fondatore alla Cooperativa C.A.S.A., che si pone come obiettivi primari di intervento l’accompagnamento e il sostegno all’abitare inteso non solo come ricerca alloggiativi, bensì attivarsi nell’offrire servizi educativi, di assistenza sociale e di mediazione sociale. Promuove inoltre l’attivazione di un assemblea territoriale dell’Alto Adige del movimento nazionale di Cittadinanza Attiva.

Volontarius contribuisce alla nascita del progetto Pronto Fresco promosso dal Banco Alimentare del Trentino Alto Adige Onlus.

Organizza, in stretta sinergia con l’assemblea territoriale dell’Alto Adige del Movimento Cittadinanzattiva, la IV Giornata della Sicurezza nelle Scuole.

Dal 4 luglio aderisce come partner al progetto JLS/2005/AGIS/045 Sviluppo di una metodologia fondata sui diritti del fanciullo per l’identificazione e il supporto dei minori vittime di tratta, finanziato dal programma AGIS Commissione Europea – Direzione Generale Giustizia, Libertà e Sicurezza – e promosso da Save the Children Italia.

Dal 5 dicembre ottiene incarico dalla Provincia Autonoma di Bolzano – Ufficio Famiglia, Donna e gioventù – per la realizzazione del progetto FSE n. 3/39/2006 Alba – Fase Unità di contatto.

2005
Nel corso dell’anno 2005 il Centro Crisi di via Weggenstein viene inserito all’interno della struttura di accoglienza di viale Trento 11 e Volontarius diventa gestore anche del progetto Casa d’Ospitalità, a favore di persone di sesso maschile di origine italiana e comunitaria che si trovano in condizioni di emarginazione sociale e senza dimora; inoltre il Centro Crisi viene modificato nei suoi obiettivi iniziali e da quest’anno si occupa di offrire accoglienza per persone con problematiche di salute (convalescenza, postospedaliero).

Inizia la gestione del progetto Oltre il Villaggio per il Villaggio nomadi Rom di Castelfirmiano finalizzata ai seguenti obiettivi: favorire il progressivo trasferimento dei singoli nuclei famigliari dal villaggio al contesto urbano attraverso progettualità mirate e condivise; promuovere la responsabilizzazione dei residenti dell’area attrezzata nella cura e preservazione di tutte le strutture e di tutti gli impianti che costituiscono l’arredo del villaggio; adottare tutte le misure e le iniziative atte a coordinare la dinamica di vita comunitaria dei diversi nuclei familiari di etnia Rom, operando per il miglioramento delle loro condizioni di vita.

Viene attivato all’interno dell’associazione il progetto Oltre la Donazione attivandosi non solo nell’ambito della raccolta fondi, bensì portando avanti la cultura della filantropia, del dono, della reciprocità attivandosi anche sul piano della comunicazione e marketing sociale.

Il progetto Diversa-Mente Insieme dopo il successo ottenuto in fase sperimentale diviene progetto finanziato;

Il Centro emergenza freddo viene trasferito dalla struttura del palazzetto dello sport “Palaresia” alla sala polifunzionale “Orso Pippo”.

Nasce il Volinforma, giornale informativo trimestale dell’associazione, registrato presso il Tribunale di Bolzano n. 20/2005.

Volontarius ONLUS ottiene grazie alla stretta collaborazione con CONSIS “Consorzio Sociale di Sicurezza” all’interno dei progetti Casa d’Ospitalità-Centro Crisi, Centro Profughi, Centro minori e Villaggio Rom la certificazione di qualità ISO 9001.

2004
Grazie ai volontari ed educatori dell’associazione, nasce il progetto sperimentale Diversa-Mente Insieme, con il compito d’incoraggiare e sostenere l’attività artistica, quale fonte di vitalità e spesso di palpabile scambio di energie ed emozioni dando vita a spazi espressivi e creativi, nei quali sia favorita l’accoglienza e il benessere.

Volontarius propone e attiva con Comune di Bolzano, le Scuole e la Fivol (Fondazione Italiana del Volontariato) il progetto Educazione alla Solidarietà ed alla cittadinanza Attiva quale risposta all’esigenza di sviluppare nelle scuole del territorio cittadino un percorso formativo rivolto agli studenti sulle tematiche dell’educazione alla solidarietà e alla cittadinanza attiva.

Il 2004 è stato un anno importante: Volontarius si dà una “mission” che, in perfetta armonia con i fini statutari, vuole guidare l’operare verso una maggior qualità ed efficienza, verso uno stile di vita che accompagni l’associazione 24 ore su 24 all’insegna di una cittadinanza attiva e solidale.

Il 2004 è anche l’anno in cui si è dato vita al controllo di gestione attraverso la partecipazione di tutti i responsabili dei settori nella progettazione e consolidazione delle attività e delle risorse; con l’attivazione della “direzione amministrativa” è stato dato forte impulso alla gestione amministrativa, contabile e finanziaria; caratterizzante è stata la collaborazione in “rete” con tutti gli attori che operano nel sociale.

Sempre più importante diventa la cooperazione con la cooperativa sociale River Equipe.

2003
Volontarius partecipa con altri attori del pubblico e del privato sociale allo studio ed all’attivazione del progetto Alba – lotta contro lo sfruttamento della prostituzione. Da luglio esce sulle strade della provincia di Bolzano con un’unità mobile.

2002
Il 1 luglio decolla Oltre il Volontariato quale risposta ai bisogni dei giovani perché, attraverso un volontariato globale, apporti loro una crescita armonica e un’apertura verso la solidarietà. 

L’8 dicembre, l’associazione stimola e concorda col Comune di Bolzano l’apertura del Centro Crisi per le persone di strada in particolare situazione di crisi socio-sanitaria. Il Centro Crisi è la prima struttura di Bolzano a offrire accoglienza in emergenza per famiglie che si trovano sulla strada.

Inoltre Volontarius diventa partner del progetto Equal-Goal, Una rete per l’integrazione al lavoro del Fondo Sociale Europeo. 

2001
Con i servizi sociali per minori ed adulti del Ministero di Giustizia inizia la collaborazione attiva per Affidamenti in prova ai servizi sociali di giovani ed adulti che, attraverso un’attività nel sociale, trovano una più adeguata risposta alla pena.

Il 28 dicembre, in cooperazione con il Comune di Bolzano, apre presso il Palaresia il primo Centro Emergenza Invernale quale risposta all’emergenza verificatasi nel corso dello stesso inverno dove diverse persone “senza tetto” e “senza fissa dimora” erano costrette a trascorrere la notte all’addiaccio.

2000
Dal settembre 2000 Volontarius si fa carico dei minori stranieri non accompagnati (MiSNA) che si trovavano costretti a vivere la strada e partecipa alla progettazione del primo Centro di Pronta Accoglienza e allo studio della normativa provinciale con l’istituzione ed il privato sociale.

1999
Il 23 gennaio 1999 si costituisce ufficialmente “Associazione Volontarius Onlus”. Il 24 marzo viene presentato alla cittadinanza, in una conferenza stampa, il primo progetto: Oltre la Strada .

La sera del 22 settembre 1999, chiamata in emergenza per soccorrere 25 bambini profughi con le proprie famiglie, Volontarius ottiene accoglienza gratuita presso una struttura privata della città (50 posti giornalieri per circa 2 mesi). Nasce così il primo Centro di Emergenza Sociale, inizialmente solo per l’accoglienza notturna, poi diventato struttura attiva 24 ore su 24.

1998
Venerdì 9 ottobre alcuni volontari si recano con un furgone ai giardini della stazione e ai prati del Talvera di Bolzano. Settimana dopo settimana, il servizio diventa un punto di riferimento per le persone che vivono la strada e, grazie alla costante collaborazione con i servizi operanti nel settore dell’emarginazione grave, “Volontarius” nel settembre 1999 diventa referente per la città di Bolzano di questo particolare servizio.